Paul Gervais, Figure Femminili a Bordo di Una Fontana – XIX Secolo

7.500,00

Prezzo: 7500 €

Richiedi maggiori informazioni:

    Il tuo nome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Il tuo messaggio

    Accetto il trattamento dei miei dati personali

    COD: 180 Categorie: ,

    Descrizione

    Paul Gervais
    Tolosa, 1859 – Parigi, 1944
    Figure femminili a bordo di una fontana
    Olio su tela, cm. 65×81
    Firmato “P. Gervais” in basso a sinistra.
    Entro cornice per complessivi cm. 80×96
    Al retro della tela, sulla parte superiore del telaio, vecchia etichetta con l’iscrizione a penna:
    “Monsieur E. Bastien
    30 Rue de Crais-Villes
    Sant Diè
    Vosges
    Encri de Monsieur Gervais
    568 rue Contambert Paris” 
    Pittore assai affermato in Francia a cavallo tra i XIX e il XX secolo, fu allievo di Jean-Léon Gérome e di Gabriel Ferrier per diventare poi insegnate prima all’Académie Julian nel 1887, una scuola d’arte privata di pittura e scultura fondata a Parigi nel 1867 dal pittore Rodolphe Julian, poi – dal 1904 – all’Académie Vitti, altra scuola d’arte parigina fondata dalla famiglia Vitti, originaria dalle colline a sud di Roma.
    Nel 1904 espose l’opera Fright al Salone, la mostra ufficiale dell’Académie des Beaux-Arts di Parigi, oggi purtroppo persa.
    Nel 1909 realizzo un enorme dipinto per la Sala Impero dell’Hotel de Paris di Montecarlo.
    Sue opere sono in numerose collezioni pubbliche e private.
    Gervais è noto soprattutto per i suoi dipinti raffiguranti donne seducenti e scene d’amore, proprio come l’opera che qui si presenta.
    La tela è dominata da quattro figure femminili, una sola coperta da una lunga veste resa nei toni del blu e dell’azzurro.
    La donna al margine sinistro è nuda e parzialmente coperta dalla balaustra in marmo della fontana.
    Le altre tre occupano la parte centrale e destra della scena insieme ad un cane.
    Una di queste, di schiena, regge con la sinistra uno specchio da toilette nel quale le altre due fanciulle sembrano rimirarsi.
    Un grande e ricco di fiori e foglie albero di glicine contribuisce a rendere la scena ancor più elegante, con la dominante azzurra e verde dei colori che viene poi ripresa ed ammorbidita anche nella struttura architettonica della fontana e dell’acqua della stessa.