Vai al contenuto

Iconografo russo del XIX secolo – Madre di Dio gioia di tutti gli afflitti

890,00

Richiedi maggiori informazioni:

    Il tuo nome (richiesto)

       

    La tua email (richiesto)

       

    Il tuo messaggio

       

    Accetto il trattamento dei miei dati personali

    Iconografo russo del XIX secolo

    Madre di Dio gioia di tutti gli afflitti
    Tempera all’uovo su tavola, cm. 17,6×14,5

    Regione di Mosca, metà del XIX secolo

    In buone condizioni generali, come evidente dalle fotografie allegate.

    Questa tipologia di icona è stata molto venerata nella tradizione russa, a partire dal XVII° secolo. Appartiene al tipo di icone chiamate innografiche, poiché sono ispirate agli inni in onore della Madonna; in particolare all’Akathistos, inno mariano del V° secolo, che celebra la Vergine con appellativi estremamente poetici.

    La Vergine è rappresentata a figura intera, con in braccio Cristo bambino benedicente; ambedue racchiusi in una mandorla, ed è circondata da schiere di persone sofferenti e di angeli. Sulla sinistra, a metà dell’icona, sono raffigurati gli ignudi, in basso gli ammalati. Gli afflitti reggono rotoli su cui sono scritte le suppliche da loro dirette alla Madre di Dio: «Santissima Signora, Madre di Dio, superiore agli Angeli e agli Arcangeli, più onorabile di tutte le creature, tu sei l’aiuto di chi è ferito, la speranza di chi è debole, l’intercessione di chi è povero, la consolazione di chi è triste, la nutrice di chi ha fame, colei che veste chi è nudo, la guaritrice di chi è ammalato, la salvezza dei peccatori, l’aiuto e la difesa di tutti i cristiani». Sopra ai sofferenti, è dipinta una schiera di Santi, che possono variare a seconda del committente dell’icona. L’iconografia appena descritta, è propria dell’area di Mosca.