Antiquariato vs mobili moderni: qual è il migliore per l’ambiente?

Quando cerchiamo dei nuovi mobili per le nostre case solitamente pensiamo di acquistare nuovi oggetti.

Magari cerchiamo informazioni online nei siti di arredamento o ci rechiamo di persona in qualche negozio specializzato nella vendita di mobili, complementi d’arredo e altra oggettistica per la casa.

Ma lo sapevi che acquistare un oggetto d’antiquariato può rivelarsi un’alternativa migliore e più rispettosa dell’ambiente?

Non solo gli oggetti d’antiquariato sono un ottimo investimento, sono di pregievole fattura e sono costruiti per durare, ma sono anche più rispettosi dell’ambiente come potenziale acquisto rispetto al loro equivalente moderno.

L’International Antiques & Collectors Fairs (iacf), gli organizzatori delle più grandi e migliori fiere di antiquariato del Regno Unito, hanno condotto uno studio che dimostra la differenza nel livello di emissioni tra una cassettiera antica e una cassettiera del XXI° secolo.

Lo studio mostra che gli oggetti d’antiquariato sono davvero la scelta più verde quando si acquistano mobili per la casa.

L’indagine evidenzia la minore impronta di carbonio degli oggetti d’antiquariato rispetto a quella del loro equivalente moderno.

I risultati confrontano le emissioni di gas serra associati alla produzione e all’uso di una cassettiera antica con quelle di una moderna cassettiera e dimostrano che l’impronta di carbonio totale, inclusa la produzione e la spedizione per un comò antico, è di 139,6 kg di CO2 per una durata di 180 anni, mentre una cassettiera moderna ha un’impronta di carbonio totale di 170,38 kg di CO2 suddivisi in 15 anni di vita.

Una ripartizione dei risultati totali divisi per la durata del mobile mostra che una cassettiera antica ha un’impronta di carbonio annua di 0,72 kg di CO2, rispetto a 11,36 kg di CO2 all’anno per la cassettiera nuova.

Pertanto, la nuova cassettiera ha un’impronta di carbonio 16 volte superiore all’equivalente antico all’anno.

I test sono stati effettuati con un’antica cassettiera realizzata nel XIX secolo in legno di pino con provenienza dalla regione baltica, di circa 43 kg di peso.

La cassettiera moderna, invece, è stata realizzata in Cina da una combinazione di betulla, MDF, truciolare e impiallacciatura di noce e pesa circa 69 kg.

Altre statistiche interessanti sull’industria del mobile incluse nello studio evidenziano che nel 2013 sono stati importati nel Regno Unito mobili per un valore di 4,6 miliardi di sterline.

Di questi il 32% proviene dalla Cina.

Ogni anno nel Regno Unito vengono gettati 10 milioni di mobili e 3 milioni di questi potrebbero essere riutilizzati senza bisogno di alcuna riparazione.

Da un sondaggio è stato rilevato che il 62% delle persone non pensa alla sostenibilità e all’impatto che l’acquisto dei nuovi mobili può avere sull’ambiente.

Sebbene molti non pensino di acquistare mobili ecologici, il 67% delle persone vorrebbe acquistare i propri mobili da una fonte sostenibile e il 60% delle persone ritiene che l’acquisto di oggetti d’antiquariato sia un buon modo per riutilizzare e riciclare mobili o altri articoli per la casa.

Inoltre, il 68% delle persone pensa che acquistare oggetti d’antiquariato e riciclare o riciclare vecchi mobili sia un buon modo per aiutare l’ambiente.

Se sei alla ricerca di un complemento d’arredo antico con cui arredare la tua casa fai clic QUI e visita la sezione arredi della nostra Galleria oppure visita la sezione arredi del nostro outlet facendo clic QUI dove potrai trovare comò, comodini, cassettiere, ribalte e altri complementi d’arredo con cui arredare al meglio la tua casa.

Se invece sei alla ricerca di un oggetto particolare o vuoi visitare gli altri oggetti della nostra collezione non in vendita nel nostro sito scrivici alla sezione CONTATTI del nostro sito facendo clic QUI oppure inviaci una mail a info@zogia.it